Calcoliamo quanto rende un investimento immobiliare

I prezzi degli immobili ad oggi stanno raggiungendo prezzi davvero bassi. Allo stesso tempo i segni della lieve ripresa economica e i tassi dei mutui quasi pari a zero, rendono questo periodo ottimo per gli investimenti nel mattone.

Per assicurarsi un investimento efficiente da cui trarre un guadagno effettivo non sono però sufficienti supposizioni, calcoli generici e una buona dose di fortuna. È necessario, invece, effettuare valutazioni precise e specifiche, che ci garantiranno una maggiore possibilità di successo nell’acquisto di immobili.

Il tasso di rendimento

Un ottimo indicatore è il tasso di rendimento, che tuttavia per essere davvero efficiente deve essere utilizzato in modo intelligente.

Innanzitutto, questo valore è calcolato in percentuale, rapportando tra loro il prezzo dell’abitazione, il suo valore di mercato e i costi di gestione. Reperisci questi dati per poter poi continuare con i calcoli veri e propri.

1. Reddito lordo annuale dell’immobile

Questo dato rispecchia l’appetibilità dell’abitazione, cioè il ricavo che se ne può avere attraverso l’affitto. Può essere calcolato prendendo a riferimento il valore medio della zona.

Reddito lordo = affitto mensile reale o previsto x 12 mesi.

2. Costi operativi

Ovvero i costi di gestione, di manutenzione e la tassazione. Questi vanno sottratti al reddito lordo. In questo modo ricaviamo il reddito netto annuo.

Reddito netto = reddito lordo – somma delle spese.

3. Tasso di rendita

Si ottiene rapportando i valori ricavati sopra, al prezzo della proprietà e riportando il risultato in percentuale.

Tasso di rendimento = (reddito netto / prezzo d’acquisto) x 100.

Attenzione: questo valore non tiene conto delle spese collegate all’acquisto dell’immobile.

Se si conosce il tasso di rendimento medio della zona in cui si trova l’immobile, questa informazione aiuta nel calcolo del reddito che la proprietà deve produrre affinché l’investimento sia conveniente.

Reddito netto consigliato = prezzo richiesto per l’acquisto x tasso di rendimento di immobili simili in zona.

Importanza di questo valore

Sebbene il tasso di rendimento sia un valore indicativo, questo ci può guidare nella scelta delle proprietà su cui investire. Un tasso basso, infatti, potrebbe non garantirci la copertura delle spese come il mutuo, eventuali emergenze ed imprevisti o semplicemente il ritorno economico prefissato.

In generale, il tasso di rendita dovrebbe aggirarsi intorno al 8%, o almeno non scendere sotto questo valore.

Non è quindi sufficiente trovare una proprietà in una zona buona o ad un prezzo conveniente per determinare un buon investimento.

Il segreto è trovare il giusto equilibrio tra i vari aspetti; un buon tasso all’acquisto potrebbe infatti variare in base al deprezzamento o apprezzamento degli affitti e viceversa.

Visto appunto che il tasso di rendimento non tiene conto di rischi futuri è importante affidarsi sempre a professionisti come l’Agenzia SR Servizi Immobili nella scelta del futuro investimento immobile.

Vuoi vendere o cerchi case in vendita a Castiglioncello o Quercianella?

Trova il tuo immobile!

img

jacopo pasquini

Correlati

Donazione di immobili. Come funziona e cosa è importante sapere.

Si tratta di un negozio giuridico utilizzato perlopiù dai genitori per trasferire beni immobili ai...

Continua a leggere
da jacopo pasquini

Per vendere casa è indispensabile l’APE (attestato di prestazione energetica): cosa è?

Tra le diverse tipologie di servizi che è in grado di offrirti un agenzia immobiliare seria e...

Continua a leggere
da jacopo pasquini

Consigli utili per la ricerca della tua casa al mare

Non sai come trovare la  casa al mare  che possa fare perfettamente al caso tuo? Non è facile...

Continua a leggere
da jacopo pasquini

Unisciti alla discussione

Open chat
Powered by